I sindaci, in questo momento, non ce la fanno più. La situazione è drammatica. Chiediamo che ci sia un’ordinanza di Protezione Civile. Un provvedimento straordinario”. A lanciare il grido d’allarme dei Comuni, a margine dell’assemblea dell’Anci, è il sindaco di Catania e presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, Enzo Bianco, dopo le nuove scosse che hanno colpito il Centro Italia. “I fondi stanziati? Sono spesi in modo rapido, ma nessuno ha la bacchetta magica”, ha rivendicato lo stesso Bianco. La situazione, però, resta grave, come ammette ai microfoni de ilfattoquotidiano.it anche il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro: “Ormai non è più un’emergenza isolata, sono due emergenze continue, maltempo e terremoto, sempre nello stesso territorio. Chiederemo l’intervento dell’esercito nelle aree colpite. E le Regioni dichiarino lo stato d’emergenza”. “Ci sono Comuni e popolazioni che si sentono abbandonati dal governo? No, il governo sta facendo la sua parte. Quando il disagio è grande si può manifestare una paura d’abbandono. Ma non è così”, ha sottolineato invece l’ex sindaco di Torino, Piero Fassino, difendendo l’esecutivo.