Le donne preferiscono i lumbersexual. Facciamocene una ragione di vanto, una volta tanto. La barba lunga è decisamente più comoda e piacevole da portare d’inverno come d’estate. Si abbina facilmente con la classica camicia da boscaiolo, come ad un elegante completo scuro e dolce vita d’ordinanza. Un paio di ritocchi sugli zigomi e sul pomo d’Adamo per non risultare dei cavernicoli, e il gioco è fatto. Da oggi, però, sappiamo che pure a livello sociologico e psicologico l’uomo con la barba lunga, intendiamo quella fatta crescere da mesi, è preferito dalle donne per instaurare relazioni stabili e a lungo termine. Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Evolutionary Biology spiega che mentre un uomo con una leggera barba incolta (“scruff” indica quella fatta crescere dai 3 ai 5 giorni) viene preferito per una relazione da una notte; l’uomo barbuto, quello dal lungo manto soprattutto su mascella e mento, è preferito dalle signorine per far durare a lungo qualsivoglia relazione sentimentale e sessuale.

“In questo studio abbiamo testato se la mascolinità del viso e la presenza o meno di barba interagiscono nel determinare l’attrattività verso gli uomini per i rapporti a breve termine e a lungo termine”, hanno spiegato i cinque biologi nella presentazioni dei risultati del loro studio. Sono stati così fotografati diversi uomini: quelli completamente sbarbati; quelli con 5 giorni di crescita della barba; quelli con la crescita sui 10 giorni; e quelli con una barba folta fatta crescere da almeno un mese. A questa scala di barbe sono stati fatti dei ritocchi in computer grafica per manipolare la forma del viso ad ogni livello di crescita della barba per apparire con i tratti più o meno maschili. Il feedback è poi arrivato dalle 8520 partecipanti femminili che hanno decretato a maggioranza schiacciante che la categoria quattro (“barba folta”) è quella con cui intavolerebbero una relazione lunga e stabile, con tanto di probabile procreazione. Lo studio ha anche dimostrato che gli uomini con la barba vengono valutati come maturi e socialmente dominanti.

A dire il vero lo studio non spiega esattamente come la barba attragga realmente le donne. Mentre per altri biologi la domanda cruciale rimane se i risultati di questo test, tra l’altro effettuato online, possano essere considerati puri, oppure dipendenti dalle mode del momento (una quantità infinita perfino di star di Hollwyood ha optato per crescita infinita della barba come segno di virilità), o ancora circoscritte dalle culture occidentali visto che lo studio ha coinvolto un campione ampio sì, ma proveniente solo da Europa e Stati Uniti. “Quello che la gente dice di trovare attraente non è necessariamente quello che finisce per scegliere”, ha affermato Danielle Sulikowski, tra gli autori dello studio. Tuttavia un suggerimento lo possiamo comunque dare dai risultati di questo test che stanno facendo il giro del web: se sei un uomo e vuoi una storia breve con una donna meglio usare schiuma e rasoio; se invece hai intenzione di accasarti e riprodurti comincia a fare crescere la barba anche di un paio di centimetri. Pare che per la maggior parte delle donne appoggiare il viso implume sul morbido pelo barbuto dell’uomo, soprattutto il punto tra la mascella e il mento, provochi un notevole piacere erotico. Come diceva quel vecchio imbonitore tv: provare, e far crescere, per credere.