/ /

Le tips&tricks del miele di Luca Bonizzoni

Il trucco per baciare le api? L’affumicatore. Prima di aprire un alveare (50.000 api con il pungiglione) faccio sentire loro l’odore di fumo. In questo mondo saranno allarmate e non vorranno far altro che scappare per salvarsi. Ma prima di abbandonare il nido si riempiranno la pancia di miele e così si distraggono e non mi pungono.

Riconoscere un miele di qualità. I mieli si producono in primavera e in estate; quasi tutti cristallizzano rapidamente. A Natale i miele di eucalipto, tiglio, girasole, agrumi, sulla asfodelo, rododendro, erba medica e i millefiori devono essere cristallizzati. Se non lo sono vuol dire che sono stati scaldati e hanno perso tutte le loro proprietà e i loro profumi. Solo acacia, melata e castagno rimangono liquidi a lungo. Se a Natale sono cristallizzati vuol dire che c’è dentro dell’altro miele.

Riconoscere la qualità del miele Per i mieli liquidi: girate il vasetto. Più la bolla d’aria sale lentamente più è buono il miele Riconoscere il miele fermentato: se la capsula del vaso è concava e quando aprite il vaso sentite un sibilo di aria e poi il miele fa un po’ di schiuma vuol dire che quel miele sta fermentando. È raro, ma in questo caso fatevelo cambiare dal produttore.

FOODHEROES è una produzione Foodscovery - Foodquote Srl © tutti i diritti riservati. Riprese: Danny Christensen, Lorenzo Montanari. Assistente Riprese: Enrica Romagnoli. Montaggio: Gianluigi Carella. Foto: Danny Christensen, Claudia Flores. Direttore progetto: Alessandro Lombardo.
×
Le tips&tricks di Molino Bardazzi
Le Tips&tricks di Porta dei Parchi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×