Le ha travolte investendole con la sua auto. Sono morte così, a Volterra, Angela Cuviello, 70 anni, e Lucia Cuviello, 75 anni, rispettivamente madre e zia di Daniela Marzetti, la cinquantenne con problemi psichici, che era al volante della Fiat Panda. L’incidente è avvenuto intorno alle 9 e 30 in viale Ferrucci, non distante dal teatro romano nella cittadina in provincia di Pisa. La Marzetti è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario, dopo che il pm di turno della Procura di Pisa, Aldo Mantovani, l’ha interrogata in ospedale, dove era stata ricoverata subito dopo l’incidente in stato di choc.

Testimoni oculari avrebbero raccontato alla polizia che l’incidente stradale sarebbe stato compiuto volontariamente. La ricostruzione sarebbe stata verificata e considerata attendibile dagli inquirenti. La cinquantenne era in cura all’Asl, da tempo soffriva di turbe psichiche con manie di persecuzione e accusava la madre e la zia di essere all’origine dei suoi guai. Sarà trasferita al carcere Don Bosco di Pisa.

L’auto della Marzetti, sposata e madre di un ragazzino di 13 anni, ha travolto anche Luigi Milianti, 63 anni, ricoverato in condizioni non gravi all’ospedale volterrano. La donna, che lavora come Oss all’ospedale di Siena, non avrebbe saputo spiegare il proprio gesto, ripetendo più volte di non ricordare quanto accaduto ma ammettendo che la madre e la zia sarebbero stata la principale causa delle sue sofferenze.