Ha voluto raggiungere il suo ospedale, nonostante le difficoltà di circolazione a causa dell’ondata di neve e gelo che ha colpito la Puglia. Ma Rosa Maiullari ha dovuto attrezzarsi per raggiungere il “Miulli” di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, dove fa l’ostetrica. E il miglior modo per aiutare le partorienti ricoverate è stato insolito ma efficace: un trattore. Così la Maiullari si è messa alla guida e ha coperto i 10 chilometri che separano Acquaviva da Santeramo in Colle, dove risiede. La foto, postata sulla pagina Facebook “Ostetriche Miulli” e accompagnata dal commento “Questo è stato il mio mezzo per raggiungere l’ospedale”, ha ricevuto centinaia di like e decine di commenti di apprezzamento per il “coraggio” e la volontà di non abbandonare le donne partorienti.

Stesse lodi “social” per i tecnici dell’Enel che sono intervenuti nelle campagne della Puglia per ripristinare le linee gelate che hanno lasciato al buio decine di masserie. A congratularsi con loro è stato il presidente della Puglia Michele Emiliano. “Grande lavoro degli operai Enel per ridare energia elettrica a tante zone e casolari isolati in mezzo alla nave. Grazie di cuore”, ha scritto il governatore accompagnando il post con una decina di scatti che ritraggono i tecnici all’opera, sommersi dalla neve o in cima a tralicci ghiacciati.

E da Terlizzi, sempre in Puglia, arriva una storia di integrazione. Il sindaco Ninni Gemmato ha pubblicato alcuni scatti che ritraggono i migranti ospitati nel comune barese intenti a spalare la neve: “Terlizzi esempio di integrazione e solidarietà: al lavoro dei volontari, si è aggiunto il supporto dei migranti stagionali giunti per la raccolta olivicola e accolti nei locali di via Firenze – ha scritto il primo cittadino – che si sono offerti di aiutarci nella pulizia delle strade innevate. Ecco una comunità (allargata) che funzione”.

Grande lavoro anche nelle saline di Margherita di Savoia per aiutare i sindaci in difficoltà nel reperire il sale da spargere sulle strade, dove la neve si è trasformata in ghiaccio rendendo pericolosa la circolazione e impraticabili molti marciapiedi in decine di comuni pugliesi: “Noi a Margherita di Savoia abbiamo la Salina che a ieri, nonostante fosse festivo, è stata operativa per 24 ore senza soluzione di continuità. Ancora adesso e fino a quando vorrete, stiamo trasportando il sale epr conto dell’Anas, delle prefetture e di tutti coloro che ne abbisognano – hanno scritto i responsabili delle Saline –  Devo ringraziare i nostri pochi vettori che si sono messi a disposizione per effettuare le richieste. Siamo a vostra disposizione se potete reperire autocarri mandateli pure da noi a Margherita di Savoia”.