“Nello studio del volo, Leonardo da Vinci è unico. Non c’è nessuno al suo tempo che si dedica a tali studi come è stato lui. Bisogna aspettare tre secoli prima che qualcuno si avvicini alla tenacia ed alla risolutezza del genio toscano nel tentare il volo umano: forse qui c’è il Leonardo migliore di sempre”. E’ l’opinione di Edoardo Zanon, curatore della mostra ‘Leonardo3 – Il Mondo di Leonardo‘ realizzata insieme a Mario Taddei e Massimiliano Lisa, che propone al pubblico molte invenzioni ricostruite e messe in esposizione, insieme alle riproduzioni di classici come ‘L’ultima cena‘ con le quali è possibile interagire. Ad esempio le invenzioni possono essere scomposte dai visitatori nelle loro varie parti ed è possibile consultare direttamente gli scritti di Leonardo, che vengono opportunamente ribaltati e resi facilmente leggibili dal computer. Dopo aver girato per il mondo “affittando” la mostra ai vari musei, a Milano la formula è stata quella di produrre il progetto da soli, per poi proporlo direttamente al pubblico. La mostra nelle Sale del Re, che si affacciano su piazza della Scala, è stabile da ormai 4 anni e con oltre 400mila visitatori, andrà avanti per tutto il 2017. Tanto che gli organizzatori lanciano un appello alle istituzioni: “Di proroga in proroga, la mostra è diventato un piccolo museo e sarebbe bello che la città di Milano la adottasse permanentemente”.