I dirigenti sportivi di tutta la Serie A scaldano i motori: archiviata la Supercoppa con la vittoria del Milan e passato il Natale, il calciomercato invernale 2017 è pronto ad aprire i battenti. Da martedì 3 gennaio tutti gli acquisti e le cessioni effettuate potranno essere ratificate, fino alle ore 23 del 31 gennaio. Ma anche se ufficialmente il mercato non è ancora cominciato, le venti squadre della massima serie da tempo si stanno muovendo sotto traccia. Sugli scudi Juventus e Napoli: la Vecchia Signora si conferma ancora regina dei colpi di apertura e ha già rinforzato il suo centrocampo, mentre a disposizione di mister Sarri arriveranno i rinforzi necessari dopo l’infortunio di Milik. A far parlare di calciomercato però è soprattutto la Cina, dove i club hanno a disposizione fondi senza limite e stanno tentando le stelle del calcio europeo.

La capolista si rinforza – Il primo colpo di questo mercato di riparazione lo ha messo a segno la Juventus. Senza troppo clamore mediatico, per 15 milioni di euro più bonus ha comprato dall’Atalanta il baby Mattia Caldara, una delle più liete sorprese di questa prima parte di campionato. Il difensore rimarrà a Bergamo almeno fino a giugno, poi vestirà la maglia bianconera. Oltre a investire sul futuro, Marotta e Paratici hanno pensato anche al presente e alle richieste di Allegri, che lamentava lacune a centrocampo. Già definito l’arrivo dell’incontrista Rincon: al Genoa andranno 2 milioni per il prestito più altri 6 in caso di riscatto. A fare il percorso inverso potrebbe essere Hernanes, che andrà in prestito alla squadra di mister Juric. Intanto continua il pressing su Alex Witsel, anche se lo Zenit di San Pietroburgo chiede più dei 6 milioni offerti dalla Juventus.

Le altre big si muovono – A rispondere alla capolista, almeno sul mercato, è soprattutto il Napoli. De Laurentiis aveva promesso di mettere mano al portafoglio, in caso di qualificazione agli ottavi di Champions League, per sopperire al grave infortunio di Milik, che ha lasciato il tecnico Sarri senza una vera punta in rosa. Così, definito l’acquisto del diciottenne brasiliano Leandrinho dal Ponte Preta per 550mila euro, arriverà dal Genoa Leonardo Pavoletti. L’ultimo ostacolo sono le visite mediche: già pronti i circa 15 milioni da versare a Preziosi. E le milanesi? Nonostante una situazione societaria difficile da decifrare, le ultime voci danno per certo l’arrivo al Milan, in prestito dall’Everton, dell’esterno d’attacco Gerard Deulofeu. Spagnolo classe 1994, cresciuto nelle giovanili del Barcellona, sarà un’alternativa a Suso e Niang. L’Inter invece è sempre alle prese con la ricerca di un regista-metodista: Lucas Leiva è pronto a lasciare il Liverpool e vestire la maglia nerazzurra, ma come profilo sarebbe più un sostituto del partente Felipe Melo. Ausilio quindi monitora la situazione di Luiz Gustavo al Wolfsburg e anche di Lucas Biglia della Lazio, che Pioli ha allenato e conosce molto bene.

La Roma e il resto della serie A – Dopo aver subito lo scippo di Rincon, il mercato della Roma fatica a decollare. L’alternativa a centrocampo dovrebbe essere Lorenzo Pellegrini del Sassuolo, ma se Spalletti vuole provare a lottare fino alla fine con la Juventus ha bisogno di rinforzi in attacco. Si fanno i nomi di Defrel, sempre dall’Emilia, ma anche dello spagnolo Jesè del Psg, che potrebbe arrivare in prestito. Trovare un attaccante è una preoccupazione che accomuna molto squadre di Serie A. Dall’Atalanta partirà Pinilla, forse destinazione Messico, ma anche Paloschi, che fa gola soprattutto al Bologna. Donadoni intanto è quasi certo di avere a disposizione Alessio Cerci. A Torino potrebbe arrivare Iturbe, mentre il Genoa punta Djordjevic della Lazio per sostituire Pavoletti. A Juric piaceva anche Luiz Adriano, ma il Milan lo ha già venduto allo Spartak Mosca. L’Inter potrebbe essere una miniera d’oro per tante piccole: Empoli, Cagliari e Pescara si sono interessate al prestito di Gabigol, ma in partenza ci sono anche Jovetic e Palacio. La Fiorentina attende qualche eventuale cessione per valutare rinforzi, ma intanto punta Laxalt del Genoa.

Le offerte indecenti dalla Cina – Intanto a scuotere il calciomercato mondiale e indignare milioni di tifosi ci pensano le super-offerte in arrivo dalla ‘Super League‘ cinese. Dopo aver firmato con lo Shanghai Shenhua, Tevez è diventato il calciatore più pagato al mondo, con 38 milioni all’anno. Subito dietro di lui, in questa speciale classifica, ci sono Lavezzi, con 575mila euro a settimana all’Hebei China Fortune, e Oscar. Il 25enne brasiliano ha rinunciato al Chelsea e alle sue ambizioni per andare allo Shanghai Sipg, dove guadagnerà 25 milioni a stagione per 4 anni. Ma potrebbero essere altri i giocatori ancora nel pieno della loro carriera a scegliere i soldi della Cina al posto della fama nel calcio nostrano. Lo stesso Shangai Sipg sta tentando Witsel, obiettivo della Juventus, con un triennale da 50 milioni di euro. Dopo solo mezza stagione all’Inter, anche Banega potrebbe volare a Oriente: il Tianjin Quanjian allenato da Fabio Cannavaro avrebbe offerto 15 milioni di euro per averlo. Infine c’è l’offerta mostruosa svelata ai microfoni di Sky da Jorge Mendes, il potentissimo agente di Cristiano Ronaldo e di altri fuoriclasse europei, riguardo al suo assistito: in Cina sarebbero pronti ad offrire 300 milioni di euro al Real Madrid e 100 milioni di euro all’anno per 5 anni al calciatore. Il nuovo Pallone d’Oro però ha rifiutato.