John Elkann va in soccorso del fratello Lapo, investendo a titolo personale 2,5 milioni di euro nell’aumento di capitale della sua Italia Independent. In questo modo il presidente di Fiat Chrysler diventa secondo azionista (con l’8,6%) della società specializzata in occhiali di design, che nell’ultimo anno ha perso l’83,7% sul listino Aim di Borsa Italiana. Lapo, che a fine novembre è stato arrestato a New York per aver simulato un sequestro con l’obiettivo di ottenere denaro dalla famiglia, resta primo azionista e passa dal 50,8% al 63,7%,

“Siamo felici di contare sul supporto di azionisti forti che hanno confermato la fiducia nella riorganizzazione e nel rilancio che stiamo mettendo in atto”, commenta l’amministratore delegato Giovanni Carlino. L’aumento deliberato dall’assemblea dei soci lo scorso 17 ottobre, per un controvalore di 10 milioni di euro, è stato interamente sottoscritto e versato. Lapo ha comprato 1.321.739 azioni a un prezzo di 5,75 l’una, investendo 7,6 milioni.

Il titolo dell’azienda fondata nell’agosto 2006, che nei giorni scorsi era arrivato a toccare il minimo storico di 2,7 euro, ha chiuso oggi le contrattazioni a 4,21 euro, con un incremento del 17,6% rispetto ai 3,58 euro di mercoledì.