Con 32 voti contrari e su 49 votanti, il Consiglio Regionale della Campania ha respinto la mozione di sfiducia presentata da Stefano Caldoro e dai gruppi regionali del centrodestra. Il presidente De Luca ha commentato, con il suo proverbiale sarcasmo, il voto di fiducia, tornando anche sull’esito del referendum: “Prendendo atto che chi ha presentato la mozione di sfiducia in realtà non voleva sfiduciare il Presidente ma fare propaganda, io mi vergognerei a presentare una mozione di sfiducia che non persegue gli obiettivi per cui è prevista, ovvero le dimissioni del Presidente, lo scioglimento del Consiglio regionale e il blocco dell’azione amministrativa”. E continua: “Per quanto riguarda il risultato referendario, invece, aver bocciato il referendum ci consente di difendere il nostro ‘livello salariale’ perché, lo ricordiamo, nella riforma c’era una norma che tagliava le indennità dei consiglieri regionali e le spese dei gruppi, quindi vanno ringraziati tutti i gruppi di opposizione che hanno fatto questo regalo ai consiglieri regionali d’Italia”.