Un terremoto di magnitudo 7.8 al largo delle isole Salomone ha provocato un’allerta tsunami lungo le coste delle Salomone, Vanuatu, Papua Nuova Guinea, Nauru, Nuova Caledonia, Tuvalu e Kosrae. Dopo averle preallertate per un possibile tsunami, il centro per il Pacifico ha cancellato l’allerta per le Hawaii.

Il sisma è avvenuto ad una profondità di 49 chilometri, secondo l’Usgs (United States Geological Survey) e l’epicentro è stato individuato a una settantina di chilometri a ovest-sudovest di Kirakira. Il preallarme lanciato dal Centro tsunami del Pacifico alle isole Hawaii è il gradino più basso di allerta del centro. Resta ancora in vigore invece l’allarme vero e proprio lanciato per una vasta area del Pacifico.