Renzi? Non può continuare a governare, né si può fare un quarto governo tecnico di scopo. Anche un cieco, un sordo, un handicappato capisce che non è possibile poter continuare fino alla scadenza naturale della legislatura”. Sono le parole pronunciate a Otto e Mezzo (La7) dal filosofo Massimo Cacciari, le cui dichiarazioni hanno scatenato proteste sparse in rete. In un confronto con il presidente de Il Fatto Quotidiano, Antonio Padellaro, e il deputato Pd Matteo Richetti, l’ex sindaco di Venezia si concede un lungo attacco a Renzi, al Pd e alla riforma costituzionale, che definisce, come già fatto in passato, “una puttanata”. E sottolinea, rivolgendosi a Richetti: “Credevate che sarebbe bastato il carisma del capo per coprire vuoti spaventosi? Avete avuto segnali terribili, e cioè che stavate perdendo la capacità di rappresentare quello che tradizionalmente una forza di centrosinistra doveva rappresentare. Ma poi in quale film si è mai visto che una forza di ispirazione social-democratica fa conflitti continui e a vanvera coi sindacati? Queste domande ve le dovete porre voi. Finora non ho sentito ancora nessuna seria autocritica del Pd su come è stato gestito il partito e il governo in questi 3 anni”. Poi ammonisce: “Quelli che voi definite populisti, che solo in parte sono grillini, sono nient’altro che l’anticamera di destre serissime e pericolosissime. Quindi, se voi continuate a dire che sono necessarie le riforme e queste riforme poi sono pessime, stiamo attenti, perché non saranno i populisti, ma le destre a vincere”