“Fatemela una domanda una volta su che cosa succede se vince il sì, anche solo per par condicio… Battute a parte: noi sappiamo perfettamente che le tensioni e le difficoltà che ci sono nei mercati finanziari sono legati alle incertezze della politica, da un altro punto di vista abbiamo bisogno di rispondere alle esigenze e alle certezze dei nostri cittadini, dei mercati rionali. La manovra risponde a chi va nei mercati rionali, a quelli finanziari diciamo che sappiamo che le riforme strutturali sono il principale asset per il futuro dell’Italia”. Così Matteo Renzi nella conferenza stampa a Palazzo Chigi per illustrare la manovra. La dicotomia rionali-finanziari è un tema caro al primo ministro: solo pochi giorni fa, parlando della riforma costituzionale, Renzi aveva detto: “Più che i mercati finanziari mi interessano i mercati rionali, i mercati finanziari cascano sempre in piedi, la soluzione la trovano ma se viene indebolito potere d’acquisto dei cittadini e toccato il risparmio a me dispiace”