Piero Pelù, la sua ex compagna e la loro figlia minorenne vittime di stalking. I carabinieri hanno arrestato un uomo in esecuzione della misura di custodia cautelare ai domiciliari: il 47enne è accusato di atti persecutori nei confronti della ex partner del cantante. Il tutto è cominciato tra marzo e maggio scorso, quando lo stalker ha cercato di conoscere la donna approfittando di un’amicizia in comune su Facebook. Nonostante i ripetuti rifiuti e il blocco sia del numero di telefono che dell’utenza sul social network, l’uomo non ha smesso di assillare l’ex compagna di Pelù. Anzi la sua azione è diventata ancor più pressante: “Un’attività persecutoria e farneticante molto pesante” la definiscono gli investigatori. Dopo la denuncia presentata dal leader dei Litfiba e dalla donna, l’attività di stalking è ulteriormente peggiorata. Il 47enne ha postato su Facebook gravi minacce rivolte alla sua vittima, ma anche a Pelù e alla figlia. E si è spinto fino a pubblicare foto di armi, per intimorirli. Poi, a porre fine alla vicenda, l’intervento dei carabinieri su richiesta della Procura di Firenze.