Due maestre sono state arrestate a Reggio Calabria con l’accusa di maltrattare i bambini dell’asilo comunale di Gallico, nella periferia della città. Con l’accusa di maltrattamenti aggravati e continuati su minori, su richiesta del procuratore Federico Cafiero De Raho, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni, il gip Adriana Trapani ha disposto gli arresti domiciliari per le maestre G. R. (60 anni) e G. D. (37 anni). Le indagini sono partite dalla denuncia di una madre preoccupata dal cambiamento di umore della bambina. Per verificare cosa stesse succedendo all’interno dell’asilo, la guardia di finanza (guidata dai colonnelli Alessandro Barbera e Mario Intelisano) ha piazzato alcune telecamere che, fino a pochi giorni fa, hanno filmato i maltrattementi psico-fisici subiti da alcuni bambini. Indicando la bacchetta, una delle maestre diceva al bambino: “La vuoi assaggiare, questa sul culetto? Poi vedi se è un giocattolo”. E, ancora: “La chiudo in bagno a questa, con la chiave”. Nel filmato si vede, inoltre, una delle maestre che senza motivo, fa inciampare e cadere un bambino mentre si sposta da una parte all’altra dell’asilo