Si chiamava Franca Marchesi, 74 anni, la 299esima vittima del terremoto che il 24 agosto ha sconvolto il Centro Italia. La donna era stata estratta dalle macerie dell’Hotel Roma di Amatrice – uno dei simboli della devastazione del sisma – a era rimasta gravemente ferita nel crollo dell’albergo. Era ricoverata in ospedale da 82 giorni, dove è morta per le lesioni subite la notte del sisma, a causa della ‘sindrome da schiacciamento’. Diventano così sette le vittime di quella struttura, che comprendeva uno dei ristoranti più noti di Amatrice e una veranda, che ora sotto osservazione per il rischio di crolli.

“Il mostro si è portato via un’altra vita – ha commentato il sindaco Sergio Pirozzi – restare, ricostruire e guardare avanti è l’unico modo per rendere giustizia alle vittime e per non far perdere la speranza a chi è sopravvissuto”. Proprio oggi il primo cittadino era a Palazzo Chigi, dove ha incontrato il premier Matteo Renzi. “Abbiamo parlato con franchezza sulla rinascita delle terre colpite dal terremoto”, ha detto in una nota.