/ /

Le tips&tricks della Macelleria Sabatino

Qual è quindi il vero segreto della ricetta? La frollatura. La carne appena macellata è ancora ricca di enzimi giovani, che ne mantengono la durezza. È con il trascorrere dei giorni e il naturale invecchiamento che si intenerisce. Andrebbe detto ai consumatori per abituarli a non spaventarsi e a mangiare la carne degli allevamenti allo stato brado. Proprio perché è più scura.

Qual è quindi il vero segreto della ricetta? La frollatura. La carne appena macellata è ancora ricca di enzimi giovani, che ne mantengono la durezza. È con il trascorrere dei giorni e il naturale invecchiamento che si intenerisce. Andrebbe detto ai consumatori per abituarli a non spaventarsi e a mangiare la carne degli allevamenti allo stato brado. Proprio perché è più scura.

Come nasce la Musciska? La Musciska nasce nell’antichità da esigenze economiche: non tutti possedevano un frigorifero, per tale ragione l’unico modo per non buttar via nulla era tagliare la carne in fette strette e lunghe; più o meno dai 10 ai 20 cm x 2cm di larghezza. Poi la si condiva con sale, aglio, semi di finocchio e peperoncino. L’aglio veniva utilizzato per mascherare l’odore della carne e contrastare l’aggressività del gusto. Il maschio della capra si sa, ha un odore molto intenso.

Come nasce la Musciska? La Musciska nasce nell'antichità da esigenze economiche: non tutti possedevano un frigorifero, per tale ragione l'unico modo per non buttar via nulla era tagliare la carne in fette strette e lunghe; più o meno dai 10 ai 20 cm x 2cm di larghezza. Poi la si condiva con sale, aglio, semi di finocchio e peperoncino. L'aglio veniva utilizzato per mascherare l'odore della carne e contrastare l'aggressività del gusto. Il maschio della capra si sa, ha un odore molto intenso.
FOODHEROES è una produzione Foodscovery - Foodquote Srl © tutti i diritti riservati. Riprese: Danny Christensen, Lorenzo Montanari. Assistente Riprese: Enrica Romagnoli. Montaggio: Gianluigi Carella. Foto: Danny Christensen, Claudia Flores. Direttore progetto: Alessandro Lombardo.
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×