Espugnata dal centrodestra la roccaforte rossa di Monfalcone (Gorizia). La candidata del Carroccio Anna Maria Cisint, sostenuta anche da Forza Italia, da Fratelli d’Italia e da alcune liste civiche, è il nuovo sindaco della città del Friuli Venezia Giulia con 6.642 voti (62,49%). E’ stata battuta al ballottaggio Silvia Altran, sindaco uscente sostenuta dal Partito democratico, che si è fermata al 37,51%, pari a 3.897 preferenze. Il primo a esultare è stato il leader della Lega Nord Matteo Salvini che su Facebook poco dopo lo spoglio ha scritto: “Vado a nanna felice, anche perché dopo decenni di giunte di sinistra Monfalcone ha un sindaco della Lega: buon lavoro ad Anna Cisint e a tutta la sua splendida squadra”. Il Carroccio ha vinto le elezioni amministrative di domenica 6 novembre anche a Codroipo (Udine).

A commentare la sconfitta dei democratici è stato l’ex segretario Pierluigi Bersani che, nel pieno del suo scontro con il presidente del Consiglio, ha citato il caso: “Per una singolare coincidenza”, ha detto da Palermo, “nello stesso momento in cui i leopoldini gridavano ‘fuori, fuori‘contro la minoranza Pd, avevamo un ballottaggio a Monfalcone, da sempre carne nostra, dove abbiamo preso uno bastonata storica dalla Lega, perché gran parte dei nostri non sono andati a votare. Io non c’ho dormito, non so altri”. L’ex segretario Pd si è agganciato al caso del paese in provincia di Gorizia per lanciare un allarme al partito: “Sto cercando di tenere dentro al Pd quel popolo che in parte è già fuori, come dimostra il voto a Monfalcone, ma se il segretario dice ‘fuori, fuori’ bisognerà anche rassegnarsi a un certo punto”. Anche Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha espresso soddisfazione per la vittoria nella città “finalmente liberata dalla sinistra”. “I cittadini dicono no a Renzi” ha scritto la Meloni, augurando buon lavoro alla Cisint e  Fabio Marchetti, nuovo sindaco di Codroipo.