Dal ponte 218 in località San Polo, alla periferia di Brescia, in serata sono caduti alcuni calcinacci sull’autostrada A4. Nessuna automobile colpita e nessun ferito, ma l’accaduto ha fatto tornare alla mente il crollo del cavalcavia in provincia di Lecco. Anche per questo motivo, a scopo precauzionale è stato subito chiuso alla circolazione (e successivamente riaperto dopo qualche ora) il tratto dell’Autostrada in direzione Venezia per permettere a chi di dovere di valutare cosa effettivamente sia accaduto all’infrastruttura. Al lavoro i vigili del fuoco di Brescia, che devono stabilire l’esatta portata del danno riportato. Sul posto sono intervenuti sei vigili del fuoco, accompagnati dal comandante, l’ingegnere Carrolo, dal vice comandante ingegnere Dadone e dal capo turno Beltrami. L’arteria è stata chiusa per un breve periodo di tempo in entrambe le direzioni prima di essere riaperta al traffico solo la circolazione in direzione Milano. Successivamente la circolazione è stata riaperta anche in direzione Venezia: i vigili del fuoco intervenuti hanno messo in sicurezza l’area del cavalcavia da dove erano caduti i calcinacci.Immediatamente chiuso al traffico anche il ponte, che è una via comunale nel territorio di Brescia. Sull’autostrada si sono create lunghe code in entrambe le direzioni.