Renzi si sta giocando tutto e sta sparando tutte le cartucce”, così il direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio a DiMartedì (La7) sull’iperattività politica del premier: “Nella campagna referendaria vuol far credere che i giovani sono per il Si mentre i vecchi sono per il No dimenticando di avere alle spalle Napolitano e Verdini ma questo gioco non conviene a nessuno perchè che ci siano sostenitoti di età e idee diverse è normale. Dopodichè io vorrei mille Rodotà al posto di una Boschi“. E sugli attacchi al M5S dice: “Renzi li soffre perchè non può contare sui loro voti sperando che Berlusconi o qualcuno di destra porti qualche voto. Fare una battaglia sulle indennità rischia di essere un boomerang, perchè quando erano alla Leopolda avevano detto altro”. E sulla minaccia di Renzi di mettere il veto al bilancio UE afferma: “Quando minacci il veto quelli ci credono o No? dipende dalla credibilità di chi lancia la minaccia. Renzi ha ragione sui migranti ma se avessimo le carte in ordine probabilmente otterremmo qualcosa. Il problema è che siamo dei questuanti che vanno in Europa a piangere e a chiedere deroghe. Noi rischiamo la procedura d’infrazione non per lo 0,1% di deficit ma per eccesso di debito”