Obbligava la figlia a prostituirsi. A Castel San Giorgio, in provincia di Salerno, i carabinieri hanno arrestato la mamma di una ragazzina di 13 anni e l’uomo che abusava della giovane, un 62enne del luogo. La donna, una prostituta, è accusata di favoreggiamentoorganizzazione della prostituzione minorile nonché di concorso, con l’uomo, per non aver impedito il reato nel delitto di atti sessuali compiuti dallo stesso con la ragazzina. Il 62enne è invece accusato di favoreggiamento della prostituzione della donna, madre della minore.

A lanciare l’allarme erano stati alcuni abitanti della zona, che si erano insospettiti per i rapporti frequenti tra la giovane e il sessantenne. Secondo i militari poi la ragazzina avrebbe frequentato anche altri uomini adulti con il consenso della madre. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Salerno. Dalle prime ricostruzioni il quadro familiare è apparso complicato. Il padre della giovane vivrebbe in una condizione di disagio. La ragazzina, apparsa fin da subito disorientata, è stata affidata su disposizione degli assistenti sociali è stata affidata ad alcuni parenti.