La gioia di Aysha, un bambina di 10 anni di Kafer, un piccolo villaggio vicino Mosul da poco liberato dalle forze speciali irachene. La piccola, il cui padre è stato ucciso dagli uomini dell’Isis, si sfoga davanti alla telecamera di Ameer Kafer e ringrazia i soldati per averla liberata: “Vi sono così riconoscente. Credevo che non sareste mai arrivati“. E continua: “Non abbiamo avuto né acqua né cibo per tre giorni. Eravamo solo io e mia madre”. Poi prosegue raccontando di come i jihadisti abbiano rapito decine di bambini del suo villaggio, dei quali non ha avuto più notizie