Un furgone della polizia filippina ha speronato e investito un gruppo di manifestanti che stavano protestando davanti all’ambasciata americana a Manila, contro la presenza di truppe americane nelle Filippine sostenendo l’indipendenza della politica estera voluta dal controverso presidente Rodrigo Duterte. Gli agenti, ha spiegato il leader della protesta Renato Reyes ai media locali, ha anche sparato gas lacrimogeni nel tentativo di disperdere i più di mille manifestanti che si erano radunati. Quasi 30 persone sono state arrestate, tra cui un medico e un infermiere che stavano aiutando i feriti. Almeno tre studenti attivisti sono stati trasportati in ospedale per le ferite riportate