Mamma fa la escort ma in casa non se ne parla mai. I figli di pornostar, prostitute d’alto bordo e stripper si confessano su Reddit e il risultato, in termini di comunicazione familiare, pare disastroso. E’ quello che si evince leggendo gli scambi di battute apparsi sul portale della grande community californiana, poi pubblicati sul Daily Mail: se la propria madre esercita il mestiere più antico del mondo è molto raro che di questa professione se ne parli tra corn flakes, sciroppo d’acero e minestrone fumante.

“Io non le parlo mai del suo lavoro, così spero che i suoi problemi di dipendenza dalla droga si esauriscano. Invece lei ne parla sempre e mai una volta che porti a casa cibo per cenare. Ho dovuto staccarmi da lei e viverci lontano”, spiega il nickname Spacezoro, tra i più cliccati nel forum intitolato “Children of pornstars, what’s like knowing that your parents is in porn?”. “Mia madre non è una pornostar ma una escort. Ed è qualcosa di estremamente spiacevole, soprattutto quando all’improvviso scopri che i tuoi genitori hanno una doppia vita. Lei, oltretutto, è anche una grande ipocrita”, rincara la dose tale icantnothink. Polaris, invece, smorza un tantino i toni della vergogna casalinga: “I miei genitori sembrano apparentemente un po’ ipocriti su questo problema, ma come disse un giorno mio padre, non me ne vogliono parlare perché non vogliono che io un giorno faccia il loro stesso errore. Non vogliono che io diventi come loro, ed io per questo li amo”.

Il caso di Terrorist Ogre risulta invece un pochino più complesso: la madre è stata una psicoterapeuta sui problemi del sesso di giorno e una “dominatrice” di sera. “Mia madre è stata una dominatrice professionale per molti anni. Terapeuta di giorno e “domina” di notte. Qualcuno ha mai vissuto una vita del genere?”, spiega il ragazzo. “Ero io tutti i giorni fare i lavori in casa, tranne le lavatrici. Non mi era permesso di andare in cantina per nessun motivo. Naturalmente questo significava che nel nostro seminterrato ci fosse una “prigione”. Cinghie, stringhe, catene, “sex toys” e ogni tipo di strumento per la dominazione. Senza dimenticare l’odore di incenso e chissà quali altre diavolerie che ora non ricordo più”.

Molte volte mamma aveva clienti mentre io ero in casa, magari a fare i compiti. Avevamo un codice segreto. Lei mi lasciava una busta con dei soldi nella buchetta delle lettere e io andavo nel bar della libreria in centro a fare le mie cose per il resto della giornata in cui era impegnata”, continua Terrorist Ogre. “Qualche volta si è dimenticata di lasciarmi i soldi nella busta, allora ho camminato su e giù davanti a casa, e lì mi toccava ascoltare i suoni provenienti dalla cantina. Spesso non era un cliente normale, ma qualcuno che la implorava ad avere un osso!”. C’è però anche chi tra i partecipanti al forum di Reddit l’ha presa con più filosofia: “Non è mai stato un grosso problema – ha scritto Starlord 1997 – Se lei fa la pornostar significa che ora ho vestiti, cibo e una casa”. Ma c’è anche chi come organic_crystal_meth commenta non senza desolazione: “Sapendo che mia mamma è una pornostar e che sono stato concepito in una gangbang, non sapere con certezza chi è mio padre è per me la cosa più difficile”.