Matteo Renzi ha varato la Legge di Bilancio per il 2017 da 26,5 miliardi. Nella conferenza stampa di Renzi e Padoan dopo il consiglio dei ministri, spazio anche per il decreto per la “rottamazione di Equitalia” collegato alla manovra: “Non c’è un condono, ma la cancellazione non delle multe bensì degli esosi interessi di mora“, ha sottolineato Renzi a proposito degli effetti attesi dalla sanatoria delle cartelle esattoriali da cui il governo si aspetta di incassare 4 miliardi di euro. “Chiudere Equitalia significa chiudere con quel modello e aprire un meccanismo per cui quando non paghi una tassa ti arriva un sms: se mi scordo. Ci sarà un periodo di almeno 6 mesi – sottolinea il Presidente del Consiglio – per definire la chiusura della società di riscossione con l’ingresso nella Agenzia delle entrate“. Sempre in ambito fiscale, è confermata anche la nuova voluntary disclosure, da cui sono attesi 2 miliardi di euro, un’operazione che secondo il Renzi “non ha alcun elemento di condono”  di Manolo Lanaro