Lo ha fatto anche per il referendum. Quest’estate se l’è presa con Benigni, che s’era schierato con il . Praticamente c’era un Premio Nobel contro un Premio Oscar per un premio di maggioranza di un premier contro la minoranza. Bella lotta, eh?