Un portale dove potersi confrontare e conoscere le condizioni che portano all’abuso sessuale, capirne i segni e le drammatiche conseguenze. Il vaso di Pandora è una nuova onlus che vuole aiutare chi ha subito atti sessuali, fisici e psicologici. Il progetto, coordinato da Antonella Montano, già direttrice dell’Istituto Beck, vede la collaborazione di professionisti nel campo della psicologia, medicina e della giurisprudenza. Uno degli obiettivi che il sito vuole raggiungere è la costruzione di un luogo protetto, anonimo e gratuito dedicato all’ascolto e al confronto. Secondo i dati raccolti in questi anni dall’Organizzazione mondiale della sanità una donna su tre sotto i cinquant’anni ha subito un abuso sessuale durante l’infanzia o l’adolescenza.

Uno dei punti di forza del sito è il Forum: in questa sezione gli utenti possono condividere, nella totale protezione e sicurezza dell’anonimato, le proprie storie di vita, punti di vista, impressioni sulla loro esperienza. Divulgare e prevenire, sono due aspetti che il portale tende a sottolineare e ribadire. “Crediamo, infatti, fortemente che un’ampia, chiara e dettagliata informazione possa contribuire in maniera cruciale alla prevenzione di ogni forma di abuso sessuale ed emotivo. Il vaso di Pandora mette a disposizione delle persone una rete in cui sarà possibile trovare le risposte e il supporto necessari per riprendere in mano la propria vita. Alcuni vip come Luca Argentero, Serena Rossi, Angelo Duro e Paolo Ruffini hanno postato una foto con #Riprenditilavita. Il progetto verrà presentato ufficialmente oggi alle 18 presso la Casa del Cinema di Roma. Per chi volesse maggiore informazioni può visitare la pagina Facebook Il Vaso di Pandora o visitare il sito www.ilvasodipandora.org.