I venti dell’uragano Matthew, che ieri mattina si è trasformato in ciclone tropicale, hanno battuto le coste del North Carolina, specialmente le isole Outer Banks, causando almeno sette morti. Sono state ore di super lavoro per i soccorritori che sono dovuti intervenire in diverse occasioni per sottrarre le persone alla furia dell’acqua