“Quando venne ospite Berlusconi a Servizio Pubblico e spolverò la sedia da me fece un gesto pazzesco. Mi chiamò Celentano dieci minuti dopo la fine del programma e mi disse: ‘Quest’uomo non può governare il paese‘. L’indomani tutti a dire che Berlusconi era un eroe, ma in qualsiasi altro paese del mondo sarebbe stato vissuto come un atto di arroganza schifoso in dispresio alle argomentazioni a lui contrarie”. Così Michele Santoro nella conferenza stampa di prsentazione di ‘Italia‘ (il 5 ottobre in onda alle 21,05 su Rai2) torna sulla puntata di Servizio Pubblico che arrivò su La7 a realizzare il 34 % di share. “A Berlusconi ho sempre esposto le mie critiche in maniera spietata, ma – continua il giornalista – ho sempre avuto grande rispetto personale. Se poi mi chiedete se è stato uno statista, la mia risposta è no!”  riprese di Mauro Episcopo