Presente la pubblicità televisiva del frigobar ambulante che dalla cucina raggiungeva il salotto per portare al suo padrone un carico di birre? Se Maometto non va alla montagna… Ecco, ora Nissan pensa di aver escogitato il modo per far muovere finalmente il profeta, in totale comodità: la ProPILOT Chair, è un prototipo di sedia marciante ed è figlia dell’omonima tecnologia di guida autonoma che il marchio nipponico ha già sviluppato per la Serena.

Grazie al sistema ProPILOT, la vettura è in grado di mantenere la distanza di sicurezza da quella che precede, restando allo stesso tempo al centro della sua corsia. L’idea di base dietro ad auto e sedie che guidano da sole è quella di promuovere una mobilità fatta da una sinergia uomo-macchina, in grado di rapportarsi armonicamente con l’ambiente.

La ProPILOT Chair è stata pensata per tutte le persone costrette a dover passare molto tempo in piedi in coda per un ristorante (in Giappone) o magari fuori ad un Apple Store in attesa del nuovo iPhone (nel resto del mondo…sic!): il cliente si siede e la ProPILOT Chair, man mano che i tavoli si liberano, si avvicina all’entrata del locale; una volta libera poi ricomincia il giro ed accoglie nuovi disperati avventori.

Fino a dicembre queste super-sedie saranno testate in 27 ristoranti del Sol Levante per poi compiere il loro ingresso sul mercato nel 2017. Nel frattempo tutti i ristoranti interessati potranno candidarsi per i test e richiedere di usare le sedie inviando un tweet con il loro nome e la loro pagina web insieme agli hashtag #NissanProPilotChair #Wanted. Benché il fine di queste sedie intelligenti sia “nobile”, si spera che in un futuro prossimo esse possano veramente portare Maometto al frigobar.