Ciao ciao falange. Lindsay Lohan perde un pezzo di anulare della mano sinistra e posta un video online dove mostra il dito mozzato e la successiva, enorme, fasciatura coprente. I tabloid statunitensi che per primi hanno rilanciato la notizia segnalano che l’attrice al momento dell’incidente si trovava in Turchia, visto che su Instagram ha postato da diversi giorni alcune foto del suo viaggio a sfondo umanitario sul Bosforo. “Ho quasi perso un dito a causa dell’ancora di una barca”, ha scritto sui suoi social la trentenne attrice newyorchese. “Ecco mi si è staccato mezzo dito, ma per fortuna abbiamo ritrovato il pezzo e mi stanno operando per riattaccarlo. Fa parecchio male”.

Nel video pubblicato sempre su Twitter poi cancellato, smartphone con inquadratura fissa sull’anulare macilento, Lohan ha spiegato che l’incidente si è verificato mentre cercava di aiutare qualcuno a tirare su l’ancora di una barca. “Il mio povero dito!”, e via con alcuni scatti dell’anulare che risulta si tranciato, ma senza aver interessato l’intera falange. Una sorta di sbucciatura profonda che le ha come tagliato di netto il polpastrello, e forse nulla più. Passata la paura, ecco l’interprete di A Prairie Home Companion, che su Twitter ha condiviso uno scatto su Snapchat dove stanchezza, dolore e spavento per l’accaduto le si riassumono sul viso tiratissimo, ma dove ritrova anche il buonumore con un tweet spiritoso: “Selfie con una mano sola”.

Protagonista assoluta delle cronache dei tabloid nei primi anni duemila, quando la carriera d’attrice per Hollywood si è (con)fusa con quella di pop star musicale, la Lohan è diventata celebre fin da giovanissima, suo malgrado, per l’abuso di cocaina e di alcol. Fuori e dentro dalle carceri californiane per anni, pene simboliche che sono servite il giusto, e ancora le accuse di furto sia in una gioielleria, come in party privati. Esordio in The Parent Trap (1998) quando non aveva nemmeno dodici anni, poi subito icona Disney fino alla maggiore età, la ragazza che ha cambiato più tinte di capelli che scarpe s’iscrive di diritto tra le star hollywoodiane bambine – Drew Barrymore, Macaulay Culkin, ecc.. – private di forti guide genitoriali e finite fin da adolescenti nel cono d’ombra speculare e devastante del successo. A parte Danceophobia coi Duran Duran nel 2015 la Lohan non incide più nulla dal 2005, e al cinema nel 2013 ha interpretato in stato catatonico il film di Paul Schrader, The Canyons, zeppo di pornostar. Il suo alto livello di esposizione pubblica generica lo deve nell’ultimo anno invece alla dichiarazione dell’aprile scorso riguardante la sua presunta conversione all’Islam. Cattolica di base, Lindsay è stata fotografata tra le strade di New York con sottobraccio una copia del Corano. “Gli Stati Uniti hanno dipinto il Corano in un modo così diverso da quello che è in realtà”, dichiarò l’attrice al Sun. “Crediamo tutti in qualcosa, alla fine si tratta sempre di credere in un dio o un consigliere spirituale”.