Duro scontro a Otto e Mezzo (La7) tra il deputato di Forza Italia, Renato Brunetta, e la conduttrice della trasmissione Lilli Gruber. Nel corso del talk show, Brunetta contesta la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, sul Jobs Act e sui risultati raggiunti dal governo Berlusconi in fatto di occupazione: “Il nostro ‘milione di posti di lavoro’ è stato certificato. Lei non lo ricorda perché era ancora al liceo. Lei, invece, signora Gruber, faceva il deputato europeo del Pd. Quindi, stasera sono tra due colleghe del Pd“. Inevitabilmente piccata la reazione di Lilli Gruber: “Ma perché tira fuori queste cose? Io non voglio aprire un dibattito con lei. Brunetta, si calmi“. “Si calmi lei“, ribatte il parlamentare, che, come è nel suo celebre stile, ricorre al loop, anche in più momenti della trasmissione. Il capogruppo di Fi alla Camera rivela anche di aver mandato un sms di auguri di buon anno al premier Renzi, ma precisa: “Non è vero che c’erano tre cuoricini. Ce n’era solo uno. E lui non mi ha risposto“. Nega, inoltre, che il nuovo leader del partito sia Stefano Parisi: “Parisi? Chi è Parisi? Il nostro leader è Berlusconi“. Nel finale, nuovo fulmineo scontro con Debora Serracchiani, che commenta: “Noi almeno facciamo delle proposte. Voi non avete fatto neanche quelle”. “Intanto, il 4 dicembre andate a casa“, ammonisce reiteratamente Brunetta. E Lilli Gruber intima alla regia: “Togliamo l’audio