Nella settimana del No alle Olimpiadi di Roma e dei nuovi ritardi sulla nomina dell’assessore al Bilancio del Campidoglio, il 45 per cento degli italiani intervistati ha detto di avere molta o abbastanza fiducia nella sindaca M5s Virginia Raggi. L’analisi è del sondaggista Nicola Piepoli che, sulla Stampa, rileva inoltre come la prima cittadina di Torino Chiara Appendino ottenga il 64 per cento dei pareri favorevoli raccogliendo “consensi trasversali”. Alla domanda quanto gradisce l’operato della sindaca, il 42 per cento degli interpellati ha detto che gradisce molto o abbastanza quello che sta facendo la grillina nella Capitale, mentre il 56 per cento si è espresso a favore della torinese. In merito a quello che il sondaggista chiama “indice di umanità”, la prima ottiene il 49% mentre la seconda strappa il 59%. Piepoli osserva inoltre che “i punteggi di Raggi in genere risultano più alti di un normale sindaco dopo i primi tradizionali cento giorni di luna di miele”.

Raggi raggiunge la sufficienza anche per l’istituto Ixè: dovendo esprimere un voto da 0 a 10 sull’operato della prima cittadina, infatti, la media espressa dagli elettori M5s è stata del 6,8, quindi sopra la sufficienza. Di poco sotto (5,9) il voto assegnato dagli elettori totali. In generale però il 58% degli italiani interpellati hanno detto di essere a favore delle Olimpiadi a Roma.

Flessione per tutti i principali partiti nelle intenzioni di voto dell’Istituto Ixè, presentate oggi ad Agorà (RaiTre). Il Pd, in una settimana, passa dal 32,6% al 32% (-0,6%), mentre M5s e Lega Nord perdono mezzo punto, assestandosi al 28,1% e 12,5%. Cala di un punto in 7 giorni la fiducia in Matteo Renzi (31%) e nel governo (29%). Tra i leader politici, al comando c’è sempre Sergio Mattarella, con il 53%. Seguono: Di Maio 23%, Grillo 22%, Parisi 20%, Salvini 18%.