Mozione unitaria della maggioranza per “modificare l’Italicum”. Le reazioni delle opposizioni ad un testo senza data né indicazioni sul come modificarlo, non si fanno attendere. Alfredo D’Attorre, deputato di Sinistra italiana, afferma ai nostri microfoni: “E’ una farsa, un teatrino indecente, Renzi sta facendo una manfrina per provare a recuperare qualcosa in vista del referendum. La mozione della maggioranza è imbarazzante e – continua – conferma che Renzi non vuole modificare il punto centrale dell’Italicum, che è il ballottaggio e l’abnorme premio di maggioranza e, attraverso questo, l’introduzione di un premieranno assoluto, stravolgendo la forma di governo”. “Dalla giornata di oggi – conclude D’Attorre – è chiaro che solfando il voto dei cittadini con il ‘No’ al referendum, potrà sconfiggere questo disegno squilibrato e pericoloso”. “Renzi prende in giro gli italiani: sia onesto e dica perché vuol cambiare l’Italicum, che fa schifo, che solo pochi mesi fa definiva ‘la legge più bella del mondo’, gli rispondo io: ha paura che vinca il M5S, è un codardo e ad un codardo non si può affidare la revisione della Costituzione, quindi invitiamo a votare No al referendum”. Salvini da parte sua dichiara: “La Lega denuncia l’ennesima truffa di Renzi. Hanno votato fiducia su fiducia sulla legge elettorale ed ora annunciano che ora forse la cambiano, non se ne parla, almeno fino al referendum”