Apple è in trattativa con McLaren Technology Group, il produttore di auto sportive inglese e squadra della Formula 1, per una possibile acquisizione. A scriverlo è il Financial Times, secondo cui l’acquisizione da parte di Cupertino rivoluzionerebbe l’industria delle quattro ruote, in cui il gruppo californiano sta già muovendo i primi passi con il progetto delle auto senza guidatore. La società guidata da Ron Dennis – che è anche azionista insieme a Mansour Ojjeh e al fondo sovrano del Bahrain Mumtalakat al momento smentisce: “McLaren non è in trattativa con Apple su alcun potenziale investimento” ha detto un portavoce della casa automobilistica. La casa, celebre rivale della Ferrari in Formula 1, è valutata tra 1 e 1,5 miliardi di sterline, ma è in rosso. L’esercizio 2014 (l’ultimo di cui siano stati resi noti i conti) si è chiuso con una perdita di 22,6 milioni di sterline, pari a 25 milioni di dollari.

McLaren l’anno scorso ha prodotto 1.654 auto sportive per un fatturato di 450 milioni di sterline e si è impegnata ad investire in ricerca e sviluppo, nei prossimi sei anni, un miliardo di sterline. Secondo le fonti citate dal quotidiano britannico Apple è interessata al portafoglio di tecnologie, ingegneria e brevetti. Se andasse in porto, si tratterebbe del maggiore investimento del gruppo produttore dell’iPhone dopo l’acquisizione di Beats Eletronics, il gruppo audio fondato da Dr Dre e Jimmy Iovine, comprato per tre miliardi di dollari.

Gli analisti hanno commentato con favore l’ipotesi che l’azienda guidata da Tim Cook acquisisca quella che il Financial Times definisce “una Tech Company le cui competenze vanno al di là del settore automobilistico e si addentrano nel mondo dell’high-tech electronic“. Apple, che ha in pancia 160 miliardi di dollari di liquidità ed è alle prese con un mercato in via di saturazione, deve infatti diversificare e può permettersi una “scommessa aggressiva” come quella di presentare un’offerta per il produttore di auto di alta gamma.