Il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, ospite alle Festa del Pd a Torino per parlare di referendum costituzionale insieme a Luciano Violante, viene interrotto da alcuni presenti. “Parla di contenuti”, si rivolge a lui una ragazza dei Giovani democratici mentre il professore commenta la scelta del premier di annunciare le sue dimissioni in caso di sconfitta. “Le ragioni del Sì e quelle del No…”, lo incalza un altro astante. La misura è presto colma. Zagrebelsky è costretto a chiarire: “Quando questi maleducati saranno la maggioranza nel Pd allora me ne andrò. Per ora alla Festa dell’Unità e del Pd sono anch’io a casa mia”