Milioni di telespettatori e tutta la social-sfera che conta attendevano con trepidazione l’esordio del trono gay a Uomini e donne e Maria De Filippi che fa? Fa partire la nuova stagione del suo programma pomeridiano con il trono Over, quello che vede protagonista la gente più “attempata”. Bloody Mary tutto puote e non si preoccupa di certo di aver deluso il suo pubblico. Sa che così l’attesa cresce e anche in tv, anzi soprattutto in tv, spesso l’attesa del piacere è essa stessa il piacere.

Ci sarà tempo nei prossimi giorni per vedere alla prova il primo tronista gay della storia di Uomini e donne, oggi bisogna “accontentarsi” di Gemma Galgani, ormai personaggio cult di Marialand, che a giugno si è meritata addirittura uno speciale in prima serata tutto dedicato a lei e alle sue disavventure amorose con il bel Giorgio.

Se poi la nemica giurata di Gemma si chiama Tina Cipollari, ecco che l’esordio diventa scoppiettante, ultra-trash, spassoso al limite del cattivo. Sì, perché l’ex vamp (da stasera anche in gara a Pechino Express) trasforma gran parte della prima puntata in un Tina Cipollari Show che fagocita tutto il resto, a riprova del fatto che Nostra Signora della Tv sa bene quali sono i personaggi sulla cresta dell’onda e su cui vale la pena puntare.

Tina sfotte Gemma ormai da tempo immemore e oggi ha riproposto la mummia con le sembianze della signora torinese così sfortunata in amore, aggiungendo anche una reinterpretazione della “lettera” protagonista dello speciale di giugno (alla quale Giorgio aveva risposto picche per l’ennesima volta) e la parodia di “Buonasera dottore”, il brano reso celebre da Claudia Mori, per l’occasione adattato alla situazione amorosa di Gemma.

Tina Cipollari sembra essere tornata dall’avventura di Pechino Express più in forma che pria, con la solita carica di cattiveria gratuita nei confronti di Gemma che lascia lo spettatore sempre sospeso tra il divertimento e l’indignazione. Perché è televisione e non bisogna dimenticarlo mai, ma davvero la povera Gemma riesce a incassare così tanti sfottò senza soffrirne?

Tina mette in scena il suo one woman show con efficacia tutta nazionalpopolare, parlando alla pancia del pubblico defilippiano. È partita a mille, forse addirittura troppo, perché siamo solo alla prima di una lunghissima serie di puntate che dovranno accompagnare il pubblico del pomeriggio di Canale5 sino agli inizi di giugno. Il dubbio, dunque, è che il plot narrativo che vede il perenne scontro tra Tina e Gemma rischi di usurarsi in così tanto tempo, facendo perdere appeal e divertimento al trono over, che lo scorso anno ha funzionato decisamente meglio di quello tradizionale.

Ma questa stagione televisiva di Uomini e Donne può contare sul tronista gay Claudio Sona e sulla curiosità di vedere per la prima volta un corteggiamento omosessuale nella fascia televisiva più amata dal pubblico popolare. Curiosità per quanto riguarda il linguaggio che verrà utilizzato, il modo di raccontare questa inedita avventura, la reazione del pubblico e della critica, del mondo LGBT da sempre molto vicino al modo di fare tv di Maria De Filippi.

L’esordio di oggi, dunque, è solo una sorta di “Dove eravamo rimasti” che ha sfruttato con la solita furbizia l’eterna odissea di Gemma Galgani. Quando arriveranno in studio di “giovani” del trono classico sarà decisamente tutta un’altra musica. E visto che si tratterà dell’unica novità di un format ormai rodato e restio ai cambiamenti, sarà il vero banco di prova per cominciare a capire che stagione tv sarà sul fronte defilippiano, quest’anno ricco di appuntamenti anche senza Bloody Mary in onda, visto che la sua Fascino produrrà una decina di programmi in casa Mediaset.