Siamo quello che mangiamo? Speriamo di no. O almeno, speriamo di non essere quello che beviamo, soprattutto se il nostro cocktal preferito è il gin tonic. Già, perché una ricerca dell’Università di Innsbruck sulle tendenze psicopatiche e il cibo è arrivata alla seguente conclusione: chi beve gin tonic è potenzialmente un sadico e narcisista psicopatico. In realtà si parla più in generale di cibi e bevande amare, ma evidentemente il gin tonic ha attirato l’attenzione della stampa di mezzo mondo, visto che ci si è concentrati soprattutto su quello. La ricerca ha coinvolto 1000 volontari (equamente divisi tra uomini e donne), che hanno assaggiato cibi e bevande di vari sapori (amaro, dolce, salato e aspro) e poi hanno risposto a una serie di domande sulla personalità.

A quanto pare, chi preferisce i sapori amari è egoista e ambiguo, violento, freddo e sadico. Una conclusione un po’ tranchant, se vogliamo, e che peraltro non ha un vero e proprio motivo (è più una probabilità statistica). E allora di cosa stiamo parlando? Bisogna credere davvero a questa ricerca che lascia quantomeno un po’ perplessi? Chissà. Intanto, magari, riflettiamoci su. Sorseggiando un gin tonic, ovviamente.