Trainata da sette rimorchiatori MSC Meraviglia ha provato per la prima volta l’ebbrezza del galleggiamento, portando a termine il suo debutto in acqua. Lo scorso weekend la nave di nuova generazione è stata la protagonista del tradizionale appuntamento del float out, una pietra miliare nel percorso di costruzione di una nave in cui il bacino di carenaggio viene riempito d’acqua e la nave viene spostata in galleggiamento nel molo di allestimento, dovrà proseguirà la fase finale della sua costruzione. Un’operazione affascinante e complessa dal punto di vista tecnico. “Meraviglia” prenderà il mare il prossimo giugno (il varo è previsto a Le Havre nel 2017), è la prima di undici nuove navi da crociera che MSC ha commissionato, di cui tre ai cantieri di Fincantieri a Monfalcone, per un investimento complessivo di 9 miliardi di euro in 10 anni.