E’ il 31 marzo 2014 quando lo spot per promuovere le nascite diffuso dal governo danese diventa virale. Il filmato è la ciliegina sulla torta di una campagna geniale per incentivare la fertilità nel paese nordeuropeo. Come? Partendo dall’assunto che i danesi fanno più sesso quando sono in ferie, il piano prevede una serie di sconti per viaggi nel periodo dell’ovulazione e se una volta a casa si dimostra di avere concepito si accede a un concorso per vincere una serie di prodotti per l’infanzia. Un caso di scuola che non deve essere stato notato dal ministero della Salute italiano, la cui per modo di dire campagna gemella ha sollevato un vespaio di polemiche. L’iniziativa danese era poi aperta anche alle coppie gay e a quelle sterili perché, come recita la pubblicità, “l’importante è partecipare”. Decisamente troppo avanti per noi