“Con la riforma Boschi lei potrebbe trovarsi ad essere contemporaneamente sindaco della Capitale, della città metropolitana e poi magari anche senatore…”, così Gianni Barbacetto ha introdotto con Virginia Raggi il tema della Riforma Costituzionale: “Parliamo di un caso che speriamo rimanga nell’iperuranio… sono sindaco di una città che arriva da mafia capitale e dovrei lavorare indossando tre giacche… non è una questione di soldi, ma di una questione di tempo. Prima Renzi faccia una riforma per allungare le giornate a 48 ore, poi se ne può parlare. Come si può pretendere che una persona sia attenta, precisa, scrupolosa, svolgendo tre funzioni del genere, facendolo senza mai sbagliarsi, è una cosa folle. Se avessero davvero voluto risparmiare avrebbero dovuto tagliare il Senato, non fare una elezione di secondo livello dove le persone già elette si nominano tra loro”