Accelera la gara di solidarietà per i terremotati del Centro Italia. La Protezione civile ha reso noto sabato mattina che attraverso il numero solidale 45500 sono stati raccolti finora oltre 6,1 milioni di euro che saranno trasferiti dagli operatori al Dipartimento. Intanto diverse aziende hanno annunciato iniziative ad hoc per le popolazioni colpite. Fastweb invierà fino a 600 smartphone dotati di sim gratuite, che saranno distribuiti con modalità condivise con la stessa Protezione civile. Fiat Chrysler ha aderito a una raccolta fondi attraverso la Croce Rossa Italiana e ha messo a disposizione delle operazioni di assistenza ai terremotati una flotta di veicoli. La Juventus ha deciso di devolvere l’incasso di domenica 28 agosto del suo museo.

I cellulari forniti da Fastweb saranno inviati nelle zone interessate dal sisma nei prossimi giorni e potranno essere usati dalla popolazione per sei mesi. La società ha annunciato poi di aver sospeso per sei mesi le attività di fatturazione e di gestione del credito a carico dei propri clienti residenziali e business residenti nelle aree terremotate con abbonamento di telefonia fissa e mobile. Ai clienti mobili con offerta ricaricabile verranno accreditati bonus di traffico voce e dati gratuito per il medesimo periodo.

Fca, si legge in una nota, ha aderito alla raccolta fondi della Cri e “si impegna a integrare la somma di denaro raccolta dai dipendenti che vorranno contribuire a questa iniziativa umanitaria”. Inoltre mette a disposizione degli enti preposti alle operazioni di supporto una flotta di vetture e veicoli commerciali in grado di rispondere alle diverse esigenze logistiche e operative. Inoltre Fca e Fca Bank mettono a disposizione un programma di solidarietà per coloro che nelle zone interessate hanno visto la propria vettura danneggiata o distrutta, offrendo, per l’acquisto di una vettura nuova del gruppo, un prestito a zero anticipo e zero interessi per 5 anni. Infine offre ai residenti delle zone colpite un contributo sui ricambi utilizzati negli interventi di ripristino delle vetture danneggiate dal sisma, fino ad un importo di 1.500 euro.

Il club bianconero ha comunicato che “anche il J|Museum ha aderito alla mobilitazione indetta dal sistema culturale torinese e piemontese, in aiuto di chi è stato duramente colpito dal terribile sisma di tre giorni fa, che ha coinvolto Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria”.