Quando, lo scorso aprile, il seguitissimo account twitter di Trash Italiano aveva lanciato la prima edizione di Maria Express, a molti era sembra un divertissement quasi casalingo, un’idea divertente e ironica che aveva riscosso un successo inaspettato sui social network. Maria Express è il primo reality nato sul web e rivolto esclusivamente al web, una versione bizzarra di Pechino Express che ha come protagoniste alcune coppie intente a raggiungere gli studi Elios di Roma per incontrare Maria De Filippi.

Trash Italiano, dietro al quale si cela il giovane Marco D’Annolfi, è un “defilippologo” doc, da sempre impegnato a commentare (soprattutto con le sue GIF) i programmi ideati e condotti da Nostra Signora della Tv. Solo lui, adepto mariano duro e puro, poteva ideare un format del genere, ironico e che non si prende sul serio, divertente e ben realizzato.

Quest’anno, dopo il successo della prima edizione, la realizzazione delle cinque tappe è stata affidata a Showreel, segnando quindi un passaggio importante da un prodotto casalingo a uno decisamente professionale.

Il presentatore di questa seconda edizione, che partirà il 30 agosto, è Andrea Dianetti, attore e conduttore nato proprio tra i banchi di Amici di Maria De Filippi, mentre le coppie in gara saranno quattro: Michele Bravi (cantante, già vincitore di X Factor) e Alice Venturi sono i Maiunagioia; gli influencer Marco Marfella e Denise D’Angelilli i Rivali; lo speaker radiofonico Gianluca Gazzoli e Nathan Del Mare gli Amatoriali; Sara Puccinelli e Andrea Rotolo (SignorPonza sui social) i Borghesi.

Si tratta perlopiù di personaggi molto noti sui social network, non tutti amatissimi. Una scelta perfetta per il target naturale di Maria Express, che già, ben prima della messa online della prima puntata, ha cominciato a discutere accanitamente sul cast messo assieme da Trash Italiano.

Il 30 agosto, direttamente sul profilo Twitter di Trash Italiano, andrà in onda la prima delle cinque puntate di 10 minuti, con l’inizio del “viaggio” romano di 20 km e le regole che somigliano molto a quelle di Pechino Express. I concorrenti avranno a disposizione solo 2 euro e, nel corso del viaggio che li porterà agli Studi Elios, dovranno affrontare prove e sfide per ottenere vantaggi importanti.

In realtà, la gara è solo un pretesto e forse solo gli stessi concorrenti (abituati a prendersi sin troppo sul serio quotidianamente sui social network) la vivono in modo serio. Maria Express è un omaggio a Maria De Filippi realizzato con ironia e divertimento, in pieno stile Trash Italiano, una delle idee più originali e spassose nate tra le pieghe di un tweet o di una GIF.