Ha accoltellato un uomo e una donna gridando “Allah akbar” (Dio è grande). Secondo l’Fbi, l’agguato di Roanoke County, in Virginia, negli Stati Uniti, ha una “possibile matrice terroristica”. L’episodio è avvenuto sabato, ma le autorità americane ne hanno dato notizia solo oggi. L’aggressore si chiama Wasil Farooqui ed ha 20 anni: è stato arrestato dopo aver chiesto di essere medicato nello stesso ospedale dove sono ricoverate le vittime, che riportano ferite gravi.

L’Abc riporta che Farooqui l’anno scorso si era recato in Turchia e avrebbe cercato di attraversare il confine per arrivare in Siria. Sembra quindi prendere corpo l’ipotesi dell’Fbi che non si tratti di un gesto isolato ma di un’azione terroristica pianificata. Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, il bersaglio sarebbe stato tuttavia scelto a caso.

“L’Fbi sta lavorando con il Dipartimento di Polizia dopo l’incidente che si è verificato sabato sera “, ha detto il capo dell’ufficio di Richmond, l’agente speciale Adam Lee, secondo quanto riportato da ABC News. “Anche se non posso discutere i dettagli delle indagini in questo momento, voglio rassicurare la comunità che stiamo lavorando per determinare la natura dell’incidente”.