/ /

La storia di Angelo Capasso e del suo salumificio Squisito

Del maiale non si butta via nulla, questo è un dato di fatto. Angelo Capasso è come un moderno Re Mida norcino: ogni pezzo di carne che tocca diventa oro. Al suo Salumificio Squisito di Diolo di Soragna, in provincia di Parma, la qualità è ottima e viene realizzato tutto in maniera naturale.

Il prodotto di punta, vista la zona, è il Culatello di Zibello DOP, catalogato tra i Presidi Slow Food dell’Emilia Romagna. Squisito ne fa circa 900 in sei mesi (contro i 7000 dell’industria) e li stagiona nelle splendide cantine naturali che donano un profumo inimitabile ai salumi.

Per fare un buon prodotto i trucchi sono pochi e semplici: fare squadra tra aziende del consorzio, conoscere alla perfezione il maiale e far capire alla gente tutta la passione che viene messa nella creazione. Per comprendere questo, non basta solo assaggiare i salumi, è necessario anche visitare le cantine, con il naso all’insù, tra un culatello appeso e l’altro.

FOODHEROES è una produzione Foodscovery - Foodquote Srl © tutti i diritti riservati. Riprese: Danny Christensen, Lorenzo Montanari. Assistente Riprese: Enrica Romagnoli. Montaggio: Gianluigi Carella. Foto: Danny Christensen, Claudia Flores. Direttore progetto: Alessandro Lombardo.
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×