Il tumultuoso matrimonio tra Johnny Depp e Amber Heard è arrivato al capolinea: i due coniugi hanno raggiunto un accordo per il divorzio. Depp dovrà versare 7 milioni di dollari nelle tasche dell’attrice, che da parte sua ha fatto sapere che li donerà in beneficenza. L’accordo è arrivato solo un giorno prima della data fissata per l’udienza del processo sul divorzio, durante la quale, secondo alcuni, sarebbero potuti emergere alcuni dettagli scomodi del matrimonio.

In una dichiarazione congiunta, citata da Tmz.com, entrambi parlano di una relazione “intensa e appassionata“, qualche volta “instabile”. Nella nota si precisa che nessuno dei due ha presentato false accuse per ottenere un ritorno economico e che “non c’è mai stata alcuna intenzione di causare danni fisici o psicologici” all’altra parte.

Tuttavia, in passato Depp e Heard e si erano scambiati reciprocamente varie accuse di violenza domestica, che erano arrivate a un ordine restrittivo emesso dal giudice nei confronti dell’attore.

La coppia si era conosciuta sul set di “The Rum Diary“, nel 2011 e nel 2014 aveva annunciato il fidanzamento, anche se già da tempo si vociferava di una presunta crisi tra i due. Nel 2015 era arrivato il matrimonio e, solo l’anno successivo, Amber Heard aveva chiesto il divorzio per “differenze inconciliabili”: poi aveva denunciato Depp.
Recentemente la coppia era tornata sui giornali, dopo che l’attore si era modificato un tatuaggio in onore della moglie: da “Slim”, a “Scum“, cioè “feccia”.