Sicuramente l’emozione ha giocato un ruolo determinante nella formulazione del discorso di Alfio Barbagallo, neodeputato dell’assemblea regionale siciliana (per la lista Musumeci) subentrato al posto di Gino Ioppolo. Il suo intervento di insediamento è decisamente improbabile: “Per tutto quello che si dice nella vita – ha detto in uo dei passaggi clou – ha un grande ruolo per essere qua, che era il mio sogno nel cassetto anche in ritardo. Mi sento un piccolo uomo in un grande laghetto, con tante ma tante mani amiche che sicuramente mi guideranno in questo percorso”