Due gemelli siamesi sono stati evacuati da un sobborgo controllato dai ribelli all’Ospedale dei bambini di Damasco (Damascus Children’s Hospital), primi di una lista di almeno 20 pazienti che necessitavano di un trasferimento d’urgenza. Lo ha reso noto l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Moaz e Nawraz sono nati il 23 luglio nell’ospedale di Zahra, nel quartiere di Goutha, bastione ribelle e sobborgo rurale della capitale siriana.

“La struttura non ha sufficiente personale – ha riferito la Syrian American Medical Society, organizzazione internazionale con sede a Canfield, Ohio, negli Stati Uniti – e non può garantire ai piccoli l’intervento di cui hanno bisogno per sopravvivere”. “I piccoli, la loro mamma e una loro zia sono con loro in ospedale – ha raccontato a Reuters Elizabeth Hoff, rappresentate in Siria dell’Oms – dove sono arrivati a bordo di un’ambulanza della Syrian Arab Red Crescent. La trattativa per l’evacuazione è durata diversi giorni”.