Paul George, Carmelo Anthony e Kevin Durant dicono la loro sulla partita precedente e sulla prossima