Confronto scoppiettante tra lo scrittore Mauro Corona e il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, durante “In Onda Estate”, su La7. L’argomento di discussione è l’operato del governo Renzi, sul quale Corona è perentorio: “Renzi ha detto che con la riforma si risparmiano 500 milioni di euro che andranno ai poveri? Ma che belle parole, lo faremo Madre Teresa di Calcutta. A me non piace Renzi, né la sua riforma. Lui si sta creando un feudo impenetrabile, dove imporrà una specie di ‘democratura’“. E aggiunge: “Vi pare giusto che abbia messo a capo della Rai Campo Dall’Orto, che sta epurando tutti? Questo qui è addestrato come un cagnolino da tartufi a far fuori tutti quelli che sono contro Renzi, inclusi i sospettabili. Ha cacciato anche Mercalli, che è contro la Tav. Tutti quelli che vanno contro Renzi vanno epurati. Questa è la realtà, checché ne dica il ministro Martina, che ha anche la faccia onesta”. “Non solo la faccia, io sono onesto“, ribatte Martina. Lo scrittore contesta poi le riforme renziane: “Ma poi con Renzi Verdini mi fa le riforme? Pensi ai suoi processi“. “Non è così” – protesta il ministro – “Non semplifichiamo, ti prego”. Corona torna a bomba poi sulle censure Rai: “Tutti quelli che vanno contro Renzi vanno epurati. Questa è la realtà”. “Veramente in Rai andranno Gad Lerner e Santoro“, precisa Martina. “Santoro è una pedina facile” – controbatte lo scrittore – “Fanno piazza pulita però riprendono Santoro così non sospetta nulla nessuno. Ma a chi credete di darla a bere? Gli italiani mica sono imbecilli. Dai, su, se ne sono accorti anche i grulli“. Nel finale, momento esilarante quando uno dei conduttori, Tommaso Labate, tenta di fermare Corona e gli spiega ironicamente che devono chiudere la puntata, altrimenti “si perdono due posti di lavoro”. “E allora perdeteli!” – intima, stizzito, lo scrittore, tra le risate in studio e i gesti di scongiuro di David Parenzo – “Avete paura di perdere le poltrone? Abbiate la dignità di perderli. Siete dei pidocchi!