“Come ho già detto siamo in tregua olimpica, ma tutto quello che dovevamo fare per Roma 2024 lo abbiamo fatto. Abbiamo fatto tutti i nostri incontri, io credo che oggi ci sia soprattutto la consapevolezza che sulla questione Roma 2024 l’Italia c’è”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Casa Italia a Rio de Janeiro subito dopo l’incontro con il presidente del Cio, Bach, cui hanno preso parte anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il numero uno del comitato promotore di Roma 2024, Luca di Montezemolo. “Bach – ha detto Renzi – è sempre gentile, poi credo che fosse contento come è giusto che sia perché la cerimonia di apertura delle Olimpiadi è stata bellissima”, ha aggiunto Renzi. Poi, tornando sulla candidatura della Capitale per i Giochi: “Nessuno avrebbe scommesso sul fatto che il nostro dossier è probabilmente il migliore. Poi naturalmente ci sono tutte le questioni che conosciamo (la mancanza della candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024 da parte della sindaca M5s della Capitale, Virginia Raggi) e che affronteremo a tempo debito, ma comunque l’Italia c’è”